Home / EAA Formazione / SISTEMI DI MONITORAGGIO IN ACQUA: LA SVOLTA DEL FITNESS ACQUATICO

SISTEMI DI MONITORAGGIO IN ACQUA: LA SVOLTA DEL FITNESS ACQUATICO

SISTEMI DI MONITORAGGIO IN ACQUA: LA SVOLTA DEL FITNESS ACQUATICO

Come è avvenuto in palestra, in vasca ora è possibile seguire ogni cliente facendolo sentire protagonista grazie a monitoraggi, personalizzazioni, nuove modalità di comunicazione e rapporto sempre più solido istruttore (club)-allievo

Per tanti anni la cultura dell’attività fi sica in acqua intesa come fi tness e allenamento in generale è stata in sordina rispetto alle novità e all’evoluzione tecnologica del fi tness terrestre. Non nascondo un mio stato di perenne frustrazione nel rispetto delle mie origini acquatiche.

I sistemi di monitoraggio (credibili) rappresentano finalmente la vera svolta tecnologica che permette a tutte le attività di allenamento acquatiche di raggiungere e superare in qualità e potenzialità di mercato le sorelle maggiori in ambito terrestre.

In generale il mercato del fitness oggi richiede un servizio complesso strutturato su due ambiti ben precisi e tra loro sinergici.

Chi vuole acquistare, di fronte ad un palinsesto attività defi nito, ha un ruolo di natura PASSIVA. Il consumatore acquista un pacchetto predisposto che deve essere di alto livello. Il palinsesto deve avere attività strutturate con una gamma ampia e profonda in modo da soddisfare le necessità sempre più soggettive e mirate.

Per esempio oggi non è sufficiente proporre un certo numero di sedute di Yoga la settimana. E’ fondamentale dichiarare a quale famiglia appartengono e a quali attività specifiche o format si riferiscono.

Le attività caratterizzate da genericità e approssimazione in termini di contenuti e obiettivi hanno vita breve.

Quanto descritto non è sufficiente per accontentare e fidelizzare il cliente. Grazie a internet, alla tecnologia, al sistema di informazioni on line, al numero di applicazioni disponibili, il socio vuole esprimersi con un ruolo ATTIVO e consapevole in merito a quello che sta provando.

L’allievo vuole conoscere, esprimersi, ha la necessità di scegliere e monitorare l’efficacia e l’effi cienza di quanto sta facendo anche se si tratta di performance allenanti di un corso di gruppo. Questo nuovo panorama svecchia gli antiquati metodi di allenamento e apre nuove frontiere. Da anni gli operatori leader del settore del fitness hanno investito risorse economiche e fi nanziarie alla ricerca dei format e della tecnologia più adeguati per soddisfare i queste necessità.

Il cliente pianifica il ciclo di lavoro, lo periodizza, definisce in modo chiaro i propri obiettivi, valuta l’intensità delle attività svolte, controlla e monitora i risultati raggiunti. A fine ciclo effettua l’analisi degli scostamenti tra quanto programmato e realizzato e valuta se proseguire con le attività e i trainer a cui ha dato fiducia o se modifi care i propri consulenti.

Ho utilizzato volontariamente il termine consulente perché oggi i Group Trainer o Personal Trainer hanno un vero e proprio ruolo di professionisti che supportano, consigliano e guidano i propri clienti. Grazie al sistema di monitoraggi anche il mondo delle attività acquatiche è in grado di dare un vero e proprio apporto di consulenza ai propri operatori e clienti affezionati. Non bastano appellativi più o meno originali e di moda per aumentare i proseliti dell’allenamento in acqua.

Il cliente è stufo di essere preso in giro da tanta superficialità, vuole dei risultati oggettivi e monitorabili.

Le nuove tecnologie esprimono una serie di importanti punti di forza che fanno del sistema un investimento irrinunciabile.

In sintesi con un unico investimento è possibile:

  • Dare ai trainer un nuovo modo di organizzazione della propria professionalità;
  • Istituire un canale di comunicazione innovativo che permette la personalizzazione delle attività, il monitoraggio, la valutazione.
  • Motivare le risorse con preparazione meno aggiornata a guardare avanti e modificare la propria visione dell’allenamento e del mercato;
  • Dare un impulso all’attività di personal training anche in ambiente acquatico;
  • Dare ai clienti uno strumento che realizza la necessità di avere un ruolo ATTIVO nel rapporto con il centro fi tness e con gli operatori;
  • Dimostrare oggettivamente l’efficacia e l’efficienza dell’allenamento in acqua