IL “CIRCUITO VAS” e il “COMPACT CIRCUIT” | Aqquatix
Home / Happy Aquatics / IL “CIRCUITO VAS” e il “COMPACT CIRCUIT”

IL “CIRCUITO VAS” e il “COMPACT CIRCUIT”

IL “CIRCUITO VAS” e il “COMPACT CIRCUIT”

La soluzione del “circuito” secondo l’interpretazione corretta dei nuovi bisogni di chi già viene in piscina, ma soprattutto di ancora non la frequenta. Un “percorso” di crescita che riguarda vertice e staff, per offrire proposte ideali e personalizzate.

Ad ogni cliente L’IDEA DEL CIRCUITO IN TERMINI DI VAS

Il Circuito è un metodo di allenamento (Resistance Training) ideato da R.E. Morgan e G.T. Anderson organizzato in stazioni. Ogni stazione prevede esercizi specifici senza pause, o molto brevi, nei passaggi.

Ottimo per il miglioramento e aumento di forza e resistenza muscolare, in grado di creare un debito d’ossigeno relativamente alto per la diminuzione di massa grassa. Da non sottovalutare anche l’aspetto psicologico del coinvolgimento e socializzazione. Un’eccellente alternativa alle lezioni musicali di fitness in acqua dove l’aspetto del ritmo e del tempo di esecuzione rispettano le esigenze dei singoli individui. Può essere organizzato a corpo libero, con l’utilizzo di piccoli e/o grandi attrezzi; accogliere molte persone ma allo stesso tempo ottimizzare gli spazi attraverso la nuova frontiera del Compact Circuit.

Mediante una piattaforma galleggiante vengono creati percorsi di allenamento funzionale, in grado di rispondere ad un pubblico non solo prettamente di fitness acquatico. Le stazioni in essa create danno la possibilità di sfruttare differenti contrazioni muscolari e migliorare la propriocettività per ricercare anche obiettivi più specifici, da quelli sportivi a quelli riabilitativi.

Il “circuito” così come il “compact circuit” nella veste di Float2Fitness sono situati a metà strada tra allenamento aerobico e il condizionamento muscolare. Il “circuit” è un metodo che riflette il nuovo concetto di VAS; quell’idea di allenamento acquatico costruito sulle reali esigenze dell’individuo; un concetto nel quale sia gli istruttori che i gestori possano trovare soluzioni importanti in termini di ottimizzazione degli spazi e ricerca di proposte e allenamenti vari e e modulabili sulle richieste di tutta la popolazione.

Cristina Tandurella - EAA Master Trainer

Partecipa al VIE!

VISIONE IMPRENDITORIALE DI UN “CIRCUITO”

Nell’iniziale idea e/o progetto di realizzazione di un “circuito VAS ruolo decisivo nella rotta del percorso è dato dal gestore e/o responsabile dell’impianto. In questo primo approccio farà la differenza quella figura in grado di dare risposte tecniche sull’ottimizzazione degli spazi; in grado di studiare un progetto specifico e individualizzato sulle esigenze dell’impianto; in grado di valutare il target di riferimento a cui indirizzare il progetto (tipologia di utenti); verificare la disponibilità di budget; verificare l’efficienza delle nuove attrezzature e di quelle già presenti; proporre la giusta formazione teorica e pratica degli istruttori accanto a quella commerciale di personale designato alla vendita del servizio.

VISIONE COME “OPPORTUNITÀ” da parte del cliente

L’opportunità di rompere gli schemi per creare ”non un nuovo corso ma un NUOVO PERCORSO” abbandonando ogni tipo di pre-concetto.

Una nuova visione in grado di regalare alla popolazione maggior autonomia, libertà di orari, socializzazione, modulazione del carico, individualizzazione, rispetto dei tempi, obiettivi, preparazione fisica personale.

Uno spazio importante per tutti coloro che non hanno ancora trovato nell’acqua la giusta motivazione e attrazione!